Linee guida regolamento ENGEA OIPES

LINEE GUIDA

REGOLAMENTO INTERNO E.N.G.E.A. – O.I.P.E.S.

 

Premessa

Linee Guida ” è un documento regolamento approvato e vigente all’interno di O.I.P.E.S. E.N.G.E.A. Equitazione SRLSD che ha lo scopo di fornire adeguate informazioni guida per l’attività sportiva dilettantistica in generale ponendo particolare attenzione a quella equestre. In esso sono contenuti i principi generali per essere allineati alle normative di legge in materia di prevenzione infortuni

Linee Guida dovrà essere esposto presso la sede sociale di ogni ASD affiliata e una copia dovrà essere trasmessa a ciascun Associato/Tesserato a cura del Presidente. Il documento dovrà essere firmato dal Presidente/Tesserato/Associato/Quadro Tecnico (pag 7)ed inviato in Segreteria Nazionale O.I.P.E.S..

Ogni modifica o aggiornamento di “Linee Guida dovrà essere portata a conoscenza degli Associati/Tesserati/QT nei modi e con gli strumenti ritenuti più opportuni a tale scopo, ad esempio attraverso la diffusione delle informazioni in occasione di comunicazioni sociali e assemblee.

Principi generali

Art. 1

L’attività sportiva dovrà essere svolta nel rispetto della normativa vigente in materia e dei regolamenti tecnici predisposti da O.I.P.E.S., E.N.G.E.A. EQUITAZIONE SRLSD, P.G.S. per

ciascuna disciplina sportiva.

Art. 2

Con il tesseramento (e l’affiliazione dell’Associazione) si accede ad una serie di servizi offerti da

O.I.P.E.S. ai propri Associati/Tesserati/Affiliati) tra cui le convenzioni assicurative infortuni e responsabilità civile disponibili sul sito www.oipes.org

Le assicurazioni, di cui al comma precedente, sono operanti solo ed esclusivamente in relazione all’attività riconducibile agli scopi istituzionali dell’Associazione di appartenenza e riconosciute da P.G.S., nel rispetto della normativa vigente e dei Regolamenti associativi.

Disposizioni tecniche

Art. 3

Lay – Out del Centro affiliato (strutture, locazioni, passaggi obbligati)

L’ Associazione affiliata dovrà operare nel rispetto delle norme vigenti in materia ed, in particolare,

delle disposizioni previste in materia di sicurezza.

A tal fine si riepilogano alcuni aspetti di particolare rilievo:

• la superficie attiva del Centro (A.S.D.), ossia le aree operative all’interno delle quali, ad esempio, vengono svolte le attività sportive, in particolar modo quelle equestri, o vi è transito di cavalli (atri scuderie, corridoi di trasferimento, zone di toelettatura e bardatura ecc.), va segnalata con apposita cartellonistica riportante la definizione es: “ACCESSO RISERVATO”; “INGRESSO AI SOLI ASSOCIATI/TESSERATI; VIETATO INGRESSO AD AUTOMEZZI NON AUTORIZZATI.

• occorre predisporre specifiche aree da utilizzare come parcheggi per le autovetture, all’interno delle quali deve essere vietato il passaggio dei cavalli; tali zone devono essere segnalate con la cartellonistica (commercialmente reperibile) riportante la stilizzazione del cavallo all’interno del segnale di divieto;

• è necessario porre in essere recinzioni idonee a contenere gli animali negli spazi ad essi dedicati e ad impedirne la fuoriuscita all’esterno del perimetro del Centro;

• devono avere accesso alle attività associative organizzate dal Centro, e conseguentemente alle zone destinate allo svolgimento di tali attività, solo ed esclusivamente i soggetti Associati/Tesserati ed in possesso delle abilitazioni/brevetti necessari.

• Gli impianti elettrici,di messa a terra, termici, idricosanitari a servizio del centro devono essere dotati della dichiarazione di conformità ai sensi del D.M. 37/2008 (ex legge 46/90); devono inoltre essere mantenuti in efficienza e periodicamente controllati secondo le disposizioni di legge.

• Presso il centro devono essere disponibili istruzioni operative e planimetrie di evacuazione che prevedano le modalità comportamentali che gli associati/tesserati debbano adottare in caso di emergenze (incendio, terremoto, malori, infortuni).

• Presso il centro dovrà essere presente un defibrillatore, una cassetta di primo soccorso ed idonea attrezzatura antincendio periodicamente controllata e mantenuta in efficienza, nel rispetto delle normative vigenti.

• tutte le strutture (box, paddock, recinzioni e così via) devono essere sempre in buono stato di manutenzione. Si deve provvedere tempestivamente alle riparazioni urgenti ed alla rimozione di ogni elemento che possa costituire insidia e, più in generale, occorre porre in essere ogni misura idonea ad evitare possibili danni a persone, cose e animali.

Art. 4

Abbigliamento e attrezzature conformi alle norme di sicurezza

L’attività dovrà essere svolta nel rispetto delle norme previste in materia di sicurezza anche per quanto concerne i dispositivi da utilizzare durante lo svolgimento dell’attività equestre così come per la scelta dell’abbigliamento; a tal fine è obbligatorio l’utilizzo di abbigliamento idoneo:

– stivali da equitazione dotati di tacco basso, che non superi i 3 / 4 centimetri di spessore, in gomma o preferibilmente in cuoio, con suola in materiale antiscivolo

– pantaloni elasticizzati da equitazione

– paraschiena, corpetto imbottito da indossare sotto i vestiti come protezione speciale per la schiena

– guanti da equitazione idrorepellenti con rivestimento del palmo antiscivolo che garantisca massima aderenza e sensibilità nei confronti delle redini.

– dispositivi di protezione individuale:

– cap, caschetto per equitazione conforme alla norma CEI 1384

Art. 5

Insegnamento

I Quadri Tecnici sono tenuti all’applicazione dei principi ed alla diffusione delle nozioni acquisite durante i corsi di formazione, a rispettare le competenze e i limiti previsti dai brevetti ottenuti.

Art. 6

Corsi di formazione

I Quadri Tecnici sono tenuti a partecipare regolarmente ai corsi di aggiornamento previsti dal sistema di gestione qualità/sicurezza di E.N.G.E.A. EQUITAZIONE SRLSD.

Art. 7

Sistema di gestione qualita’/sicurezza

L’Associato/tesserato, in funzione del ruolo da lui ricoperto, dovrà rispettare quanto previsto dalle procedure interne relative al sistema di gestione per la qualità e la sicurezza implementato da E.N.G.E.A. EQUITAZIONE SRLSD e adottato da O.I.P.E. e P.G.S..

Art. 8

Benessere animale

Gli animali devono essere trattati in modo rispettoso ed adeguato alle proprie esigenze (prendendo come linee guida i principi contenuti nel “Codice per la tutela e la gestione degli equini” emanato dal Ministero della Salute), inoltre P.G.S. in quanto Ente di Promozione sportiva riconosciuto da C.O.N.I. nel caso di manifestazioni con equidi organizzate da A.S.D. affiliate dovrà acquisire e calendarizzare gli eventi minimo 3 (tre) mesi prima per beneficiare dei contenuti previsti dall’Ordinanza del Ministero della salute 4 Settembre 2013 G.U. nr. 211 del 9/9/2013.

Art. 9

Violazioni

La violazione delle disposizioni contenute nel presente Regolamento generale assicurativo, nei Regolamenti tecnici e nei Regolamenti predisposti da O.I.P.E.S., E.N.G.E.A. EQUITAZIONE SRLSD P.G.S., da parte degli Associati/ Tesserati o delle Associazioni ed altre entità affiliate, comporta l’avvio di un procedimento disciplinare da parte degli Organi preposti e la conseguente applicazione delle sanzioni disciplinari previste nel Regolamento di giustizia sportiva nonché darà luogo a sospensione delle garanzie assicurative di P.G.S..

Art. 10

Coperture assicurative

Per accedere alle Convenzioni assicurative stipulate da P.G.S. è necessario essere in regola con il tesseramento per l’anno in corso.

Nel caso di tessere giornaliere o settimanali, è condizione essenziale per ottenere la copertura assicurativa l’invio dei nominativi dei richiedenti tramite mail, fax, sms prima dell’inizio dell’attività, secondo le modalità previste sull’apposita modulistica denominata “Mod. TG-TS rev01”.

I Presidenti e i Responsabili Tecnici delle Associazioni affiliate HANNO L’OBBLIGO DI SEGNALARE, attraverso l’invio del “Libro Tesserati”, i soggetti che presentino disabilità, apponendo la scritta “ab.1 liv ERD”, onde garantire SPECIFICHE garanzie assicurative.

Le franchigie operanti sulla polizza di Responsabilità Civile saranno a carico dell’Associazione o del tesserato che avrà causato il danno.

Per far comprendere al meglio l’utilizzo delle polizze RC e infortuni O.I.P.E.S. Organizzerà sistematicamente delle giornate chiamate Seminari titolate “Assicurazioni Fisco & Cavalli” nelle quali , con l’aiuto di Avvocati, verranno sviscerate le varie problematiche che coinvolgono la responsabilità di Presidenti e Responsabili Tecnici all’interno delle associazioni e nello svolgimento

delle pratiche sportive.

Art. 11

Obblighi in caso di incidente

In caso di incidente, il Tesserato (Assicurato) ha il dovere di compilare il modulo per la denuncia di sinistro, infortuni o r.c. (entrambi DISPONIBILI e scaricabili dal sito internet www.oipe.org), ed

inviarlo immediatamente ad O.I.P.E.S. tramite fax al numero 0383.378947 oppure e-mail all’indirizzo segreteria@oipes.org entro 48 ore al massimo, compilando in tutte le sue parti il modulo di denuncia sinistro (infortuni-RCT) dove dovranno essere apposte per l’acquisizione di responsabilità, le firme del Presidente e del Quadro Tecnico, è consigliabile all’atto del sinistro chiamare e far intervenire le autorità giudiziarie di zona affinché stendano un verbale da allegare sulla documentazione da far pervenire nei tempi utili alla segreteria nazionale la quale potrà far intervenire degli ispettori per la valutazione del sinistro. Se durante le fasi ispettive si riscontrassero irregolarità nella stesura della documentazione o alterazione dei fatti o meglio ancora dichiarazioni mendaci, i responsabili del dichiarato sinistro (presidente e quadro tecnico) saranno citati secondo

la disposizioni del codice civile e penale, inoltre sarà segnalato il fatto ai competenti organi di di Giustizia sportiva e/o ordinari.

Verificata la presenza dei requisiti e la regolarità amministrativa della posizione del Richiedente, la Segreteria Nazionale provvederà ad inoltrare la denuncia all’Intermediario assicurativo.

In caso di denunce incomplete, mancanza dei requisiti o irregolarità amministrative, non potrà essere riconosciuta la copertura assicurativa.

Tutta la documentazione è disponibile e scaricabile dal sito www.oipes.orgwww.cavalloecavalli.it